Skip to content

MITO PER LA CITTÀ 2023

Nell’anno in cui il Festival MITO propone con il titolo “Città” un viaggio musicale intorno al mondo, la rassegna torinese MITO per la Città rinnova la sua offerta musicale alla scoperta di altre città che Torino contiene. Città dell’assistenza e della salute, della solidarietà e dell’accoglienza; la musica dal vivo a superare le sbarre dei luoghi di detenzione, la classica a far vivere i ricordi degli anziani e soprattutto a stimolare le orecchie dei piccoli.

Infatti, al suo quindicesimo anno di vita la rassegna MITO per la Città dedica quasi la metà dei suoi 95 appuntamenti ai bambini e ai ragazzi, raggiungendo nidi e scuole dell’infanzia comunali dal centro alle periferie, gli ambulatori e i centri specializzati che li curano, le case che li accolgono e tante scuole dove nei musei scolastici comunali sono proprio i bambini a curare la memoria del territorio.

Storia che si interseca ai percorsi itineranti di MITO per la Città per i 200 anni dell’Opera Barolo, ancora centrale nella rete sociale cittadina, come per il bicentenario del Museo Egizio, proponendo poi una prospettiva musicale panoramica da Villa della Regina come da Superga, nel cuore cittadino dei Giardini di Palazzo Cisterna o nel Cortile di Gallerie d’Italia, facendo diventare luoghi della musica spazi che hanno altre vocazioni.

Tanti momenti musicali itineranti su tutta la città, a dimostrare, suffragati dalla scienza, che la buona musica può contribuire al benessere anche fuori dalle sale da concerto, con l’emozione delle note e dell’armonia offerte da eccellenze solistiche dell’arpa e della viola da gamba, dai talenti sostenuti dalla De Sono e dalle voci della storica Accademia Stefano Tempia, dai giovani esordienti del progetto Obiettivo Orchestra e soprattutto dalla bravura di tanti allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.

A voi il piacere di sfogliare un cartellone che coinvolge 115 artisti, compresi attori e compagnie espressamente dedicati all’infanzia, con una prevalenza di formazioni che per persistenti prudenze post pandemiche si adatteranno ancora a esibirsi in spazi aperti. Troverete tante occasioni di musica per scoprire un’altra città.

Rosanna Purchia | Assessora alla Cultura


Torino Futura è un progetto culturale coordinato dagli Assessorati alle Politiche culturali e alle Politiche educative e giovanili della Città di Torino dedicato ai giovani e alle scuole, che moltiplica le occasioni di dialogo e di protagonismo civico dei futuri cittadini lungo il corso dell’anno.

Obiettivi principali sono: la messa a sistema delle attività rivolte alle giovani generazioni già presenti sul territorio; la creazione di occasioni nuove e sinergiche di esperienze e partecipazione; la costruzione di un percorso comune che accompagni le nuove generazioni attraverso i grandi eventi della città, dando loro l’occasione di diventare protagonisti e futuri cittadini e cittadine consapevoli.

#torinofutura


Per i bambini

MITO per la Città dedica in questa edizione 40 appuntamenti ad altrettante istituzioni, strutture e servizi che educano, ospitano e curano l’infanzia, nell’ambito del progetto Torino Futura.
Nelle pagine del programma, aperti a tutti o riservati, sono contrassegnati dal simbolo:

Oltre ai momenti musicali tenuti dai giovani artisti, trovano spazio in calendario i seguenti spettacoli per bambini:

“CantoStorie”
RECITAL PER ATTORE E CHITARRA

di e con Silvano Antonelli

Racconto con canzoni per parlare di domande, paure, cibo, piccoli dispiaceri, batticuori…

Una prospettiva in musica della vita e dei sentimenti dei bambini
Compagnia Teatrale Stilema

“Delitto allo Zoo”
OPERA/BALLETTO GIALLO-COMICO

Musiche e testi di Giorgio Spriano

Un improvvisato Sherlock Mouse indaga sulla prematura scomparsa della Talpa Adalgisa e interroga i possibili sospetti, che si presentano in un’allegra carrellata di animali quali il gatto, il canarino, lo struzzo, la iena, il camaleonte e la tarantola.

Giulia Nervi, attrice
Holly Matyas, soprano e ballerina
Giacomo Battarino, pianoforte
Roberta Faroldi, regia
Holly Matyas, coreografia
Stefania Battarino, elementi scenici
Lirianna Prifty, costumi
Michele Ravera, supporto tecnico

Produzione Micron/Mythos


MITO per la Città

È un progetto della Città di Torino realizzato dalla Fondazione per la Cultura Torino

Dipartimento Cultura, Sport, Grandi eventi e Promozione Turistica
Dipartimento Servizi Educativi
Dipartimento Servizi Sociali, Sociosanitari e Abitativi

Città Metropolitana di Torino

ASL Città di Torino, Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano, Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino

Aeris Cooperativa Sociale
Anni Azzurri Cit Turin
Associazione Amici della FARO
Associazione Aris
Associazione Parco Europa
Associazione Pro Retinopatie e Ipovedenti
Casa Circondariale Lorusso e Cutugno
CasaOz
Casa UGI
Centro Provinciale d’Istruzione per Adulti n. 2
Comunità Ebraica Torino
Comunità Terapeutiche e Riabilitative
Consorzio Casa Serena
Consorzio La Valdocco scs
Consorzio Sociale RISO
Coop. 2000 arl
Cooperativa Atypica arl
Cooperativa Sociale Esserci
Cooperativa Sociale Il Sogno di una Cosa
Cooperativa Sociale La Rondine
Cooperativa Sociale La Testarda
Cooperativa Sociale KCS Caregiver
Cooperativa Sociale Pier Giorgio Frassati
Cooperativa Synergica
Fondazione Agape onlus
Gruppo Abele onlus
IRiFoR
Istituti Comprensivi: Alberti – Cena – Da Vinci – Gino Strada – Manoni – Pacchiotti-Revel – Padre Gemelli – Perotti-Toscanini – Regio Parco
Istituto Penale Minorile Ferrante Aporti
Istituto Professionale Bodoni Paravia
La Carità di Santa Luisa OdV
Museo Egizio
Nuova Assistenza scs onlus
Opera Barolo
Pro.Ges. scs onlus
Senior Residence
Sermig
Stranaidea Impresa Sociale onlus
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Villa della Regina – MiC Musei Piemonte
Zenith scs