MITO per la città 2021

Questa edizione di MITO per la Città si collega idealmente al tema scelto per MITO SettembreMusica, “Futuri”. Gli interpreti sono infatti ancora una volta giovani musicisti, 48 allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino e 16 strumentisti che si specializzano con Obiettivo Orchestra, i corsi curati dalla Filarmonica TRT presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo.

I “nostri” ragazzi, spesso alla loro prima scrittura professionale, rappresentano il futuro nel mestiere della musica e, adattandosi a suonare in esibizioni all’aperto, attente ai protocolli di sicurezza più scrupolosi, aiuteranno a scoprire o a ritrovare l’emozione della musica classica suonata dal vivo gli allievi di nidi, materne, scuole primarie ma anche gli ospiti di RSA che per troppo tempo non hanno potuto aprire agli esterni neppure i cortili, gli assistiti di servizi per disabilità fisiche e psichiche per molti mesi fortemente limitati e ancora gli utenti di dormitori che nell’emergenza si sono trasformati in case di accoglienza e quelli degli housing sociali che accolgono intere famiglie in difficoltà. Saranno presenti anche presso alcuni centri vaccinali e in giardini e spazi esterni di alcuni ospedali, dove ci auguriamo che possano portare emozione, bellezza e conforto alle persone che vi sono assistite.

Benché gli appuntamenti di MITO per la Città 2021 si tengano in spazi aperti, salvo rare eccezioni accessibili con prenotazione obbligatoria i momenti musicali sono chiusi al pubblico esterno alle strutture alle quali sono dedicati. È una piccola limitazione da accettare, per poter agire in sicurezza. Ma confidiamo di poter tornare ad aprire la nostra musica a tutti, nel prossimo futuro, proseguendo nella nostra tradizione e sempre più convinti che la musica classica sia un’esperienza che rende la nostra vita più ricca, piena, completa.

Consulta il programma di MITO per la Città 2021